Oggi, vi presentiamo i quattro vincitori del contest che riceveranno a casa una copia del romanzo di Delia L. Sant, edito per la casa editrice Rupe Mutevole Edizioni per la collana editoriale “Trasfigurazioni” in collaborazione con Oubliette Magazine.

“Bugie” un titolo intrigante. Ci puoi raccontare la genesi del libro?
Massimo Occhiuzzo: I racconti contenuti in questo libro sono stati scritti in un periodo piuttosto lungo, ma sono stati tutti riscritti per questa edizione. Mentre scrivevo mi sono accorto che hanno tutti un tratto comune, parlano di noi, del nostro modo di dire al mondo una verità diversa da quella reale. Si tratta appunto di bugie che noi essere umani ci inventiamo per vivere, compresa la finzione narrativa.

Cerulli ritrovò nella biblioteca nazionale di Parigi due traduzioni in latino e in francese del famoso Libro della Scala, che furono tradotte all’epoca da Bonaventura da Siena, riuscendo a dimostrare in questo modo l’effettiva circolazione del testo in ambito europeo medioevale.

Il Libro della Scala su Maometto e le sue forti analogie con La Divina Commedia di Dante Alighieri

Il Libro della Scala su Maometto e le sue forti analogie con La Divina Commedia di Dante Alighieri

In ambito islamico dopo la morte del profeta si sviluppò sulla base di un versetto del santo Corano un opera letteraria, “Il libro della Scala” in arabo Kitab al Miraj. Il libro parla del miracoloso viaggio notturno del Profeta Mohammad a Gerusalemme, la sua successiva ascesa, salita al cielo e la sua visita dei regni dell’oltretomba.

Presto la letteratura araba che si era sviluppata su questo…

View On WordPress

La “Divina”, come fu definita, artista eccelsa dal carattere complesso e sfaccettato, dalle doti canore ed espressive strabilianti, dal temperamento risoluto ma allo stesso tempo fragile, fu corteggiata (e a volte abbandonata) dai teatri di mezzo mondo, da ricchi uomini del jet-set internazionale e dal circo mediatico della mondanità.

STOP PARTECIPAZIONE AL CONTEST CIELO
I FINALISTI SARANNO DECRETATI FRA QUALCHE GIORNO E PUBBLICATI SUL NOSTRO ACCOUNT FACEBOOK
I VINCITORI SARANNO PROCLAMATI CON UN ARTICOLO SU OUBLIETTE MAGAZINE
VI RINGRAZIO PER LA PARTECIPAZIONE…
ED IN BOCCA ALLA GIURIA :)

Maria Callas in una mostra fotografica inedita: fino al 31 ottobre presso la Feltrinelli di Milano

Maria Callas in una mostra fotografica inedita: fino al 31 ottobre presso la Feltrinelli di Milano

La cantante lirica più famosa di sempre immortalata in scatti inediti e “fuori scena”, in una mostra fotografica che è possibile visitare a Milano, presso la Feltrinelli di Piazza Piemonte, fino alla fine di ottobre.

Momenti professionali informali ritraggono la Callas durante le prove, a teatro o in luoghi di ritrovo tra Milano, Londra e Parigi, con colleghi, cantanti e direttori d’orchestra, e…

View On WordPress

Soggetto centrale è l’educazione sentimentale della giovane Judith cresciuta tra le campagne inglesi, lontana dalla città e con accanto una dimora che per anni ospitò i cugini Fyfe, che tra loro avevano un rapporto così stretto e confidenziale da rendere complicato a chiunque altro avvicinarsi.

Risposte nella polvere dell’inglese Rosamond Lehmann: il suo romanzo d’esordio è oggi rivalutato

Risposte nella polvere dell’inglese Rosamond Lehmann: il suo romanzo d’esordio è oggi rivalutato

“Era dunque la fine. Li aveva persi un’altra volta. Non sarebbero tornati, non avrebbero scritto, lei non sarebbe mai andata a Londra a trovarli. Anche Julian l’avrebbe dimenticata. Non pensavano a lei: la pioggia aveva trionfato, e non c’era nulla nel vasto mondo a offrirle consolazione. Volse le spalle a quello scenario fradicio, dove le loro immagini irreali e beffarde si confondevano col…

View On WordPress

Sara Rattaro tratta in questo romanzo di un caso di sottrazione internazionale di minore, come se ne leggono tanti sparsi tra i vari capitoli della storia, o come se ne ascoltano di tanto in tanto in televisione o ce ne informano i giornali. Alla fine del romanzo, l’autrice, infatti, racconta che questo libro è nato dall’incontro con un padre che non vede le sue figlie, nate in Italia, da molti anni.

Nella produzione artistica di Henri Cartier-Bresson si possono riconoscere tre periodi, che fanno capo alle diverse esperienze vissute con l’ambiente surrealista francese, il periodo centrale della Seconda guerra mondiale e, infine, nel 1947, in cui fonda con Robert Capa, George Rodger, David Seymour e William Vandivert la famosa Agenzia Magnum, una delle più importanti agenzie fotografiche del mondo.

Il 17 ottobre è uscito il vostro nuovo singolo “Montagne” che anticipa lʼatteso album “Dellʼamore, della morte, della vita”, cosa volete trasmettere con questo brano e cosa rappresenta?
Invers: Montagne è un brano che descrive in parole e in musica la sensazione di inadeguatezza e non appartenenza che imprigiona chi non si riconosce più in quello che vede, che sente, che fa e che vive, salvo poi riuscire, raggiunta la consapevolezza dell’immutabilità di questa condizione, a liberarsi solamente attraverso la resa, lasciandosi scivolare addosso tutto quanto, restando immobili, muti ed impassibili, proprio come Montagne.

Ben più famosa è a mummia del Cerro El Toro, trovata nel 1964 a 6300 metri sul livello del mare e che può essere considerata la sepoltura più alta del mondo. Si tratta del cadavere di un uomo molto giovane, sui vent’anni circa. Il suo corpo ha subito un processo di mummificazione naturale per congelamento, con parziale intervento del clima secco dell’altezza.

Niente è come te di Sara Rattaro: i figli non devono essere privati del diritto di essere figli di entrambi i genitori

Niente è come te di Sara Rattaro: i figli non devono essere privati del diritto di essere figli di entrambi i genitori

Niente è come te: questo è il titolo del nuovo romanzo di Sara Rattaro, uscito in edizione Garzanti, nel mese di settembre del 2014. La giovane scrittrice nasce e cresce a Genova, dove si laurea in biologia. Nel 2010 ha pubblicato il suo primo romanzo Sulla sedia sbagliata.

Nel 2011 scrive e pubblica il suo secondo romanzo Un uso qualunque di te,che arriva subito in cima alle classifiche di…

View On WordPress

Nella produzione artistica di Henri Cartier-Bresson si possono riconoscere tre periodi, che fanno capo alle diverse esperienze vissute con l’ambiente surrealista francese, il periodo centrale della Seconda guerra mondiale e, infine, nel 1947, in cui fonda con Robert Capa, George Rodger, David Seymour e William Vandivert la famosa Agenzia Magnum, una delle più importanti agenzie fotografiche del mondo.